controllo di gestione a costi standards

il manager nudo


53

Standard di produzione

standard di produzione

01 - Gli standard di produzione definiscono la produzione prevedibile per unità di tempo nelle varie condizioni di esercizio che si possono incontrare. Essi possono essere espressi in termini di produzione per ora macchina o per ora uomo a seconda del tipo delle operazioni svolte.

02 - I fattori che devono essere tenuti in considerazione nella definizione degli standard di produzione sono:
A. Materiali in carica: quando materiali diversi possono essere usati in alternativa nella fabbricazione di un prodotto, il tempo d'impegno dell'impianto può variare in relazione al materiale usato.
B. Specifiche metallurgiche del prodotto: quando vi sono specifiche del prodotto tassative a riguardo delle caratteristiche chimiche, della finitura delle tolleranze fisiche, ecc. la produzione dell'impianto può variare in relazione alla cura necessaria ad assicurarsi che la produzione corrisponda alle specifiche richieste.
C. Limitazioni costituzionali dell'impianto: gli standard di produzione devono tener conto del fatto che l'impianto non può operare in condizioni che gli arrechino danno.
D. Efficienza della manodopera: in alcuni casi la produzione dell'impianto è influenzata dall'efficienza degli operai che li conducono.
Quando ciò accade gli standard di produzione di quell'impianto devono tener conto dell'efficienza della manodopera.

03 - In generale si stabiliscono standards di produzione per tutte le operazioni produttive delle Unità Operative e per tutti gli impianti ausiliari principali. La decisione riguardante l'opportunità di stabilire standard di produzione agli impianti ausiliari dipende dalle dimensioni dagli impianti stessi, dalla loro influenza sul collo di bottiglia della produzione e dalla loro importanza nei riguardi del ciclo produttivo.

04 - In molti casi gli standard di produzione sono relativamente costosi da attuare o da calcolare; pertanto bisogna compiere una valutazione dei costi amministrativi che devono essere sostenuti nel confronto dei vantaggi realizzabili attraverso l'uso di questo tipo di standard nel controllo operativo.

05 - Normalmente gli standard di produzione usati nel sistema a costi standard sono espressi in termini di:
A. Ora assegnata impianto (o di manodopera) per tonnellata di prodotto;
B. Ora assegnata impianto (o di manodopera) per unità di prodotto.
Normalmente si preferisce la prima delle due espressioni usandosi la seconda quando ne risulti una più semplice attuazione degli standard.

06 - Qualora si usi l'espressione ore per unità di prodotto è necessario avere il peso standard di ciascuna unità allo scopo di trasformare gli standard in termini di tonnellate ai fini del calcolo dei costi di produzione, se necessario.

07 - L'espressione degli standard di produzione in termini di ore uomo per unità di prodotto si applica in quei casi in cui le operazioni svolte sono prevalentemente manuali.

08 - Come base per il calcolo del costo standard del prodotto si usano standards di produzione stabiliti per condizioni a pratica standard che tengono conto della migliore pratica operativa con riferimento ai materiali in carica normalmente disponibili, alle condizioni di esercizio, ecc.

09 - Tuttavia si possono anche stabilire standard di produzione che riconoscano lo scostamento dalla migliore pratica operativa quando tale scostamento non rientra nella responsabilità dei quadri direttivi dell'Unità o del Reparto o in periodo di avviamento.

10 - Quest'ultimo tipo particolare di standard di produzione può anche comprendere gli effetti derivanti dalla sostituzione di materiali, combustibili, ecc. a causa della mancata disponibilità di quanto previsto dalla migliore pratica operativa.

11 - Per ciascun tipo di spesa vengono calcolate delle assegnazioni ed è quindi necessario determinare uno standard per ciascuna di esse.

12 - Il primo passo per il calcolo di tali standard è la determinazione della unità base per ciascun determinante. Per esempio la manodopera è misurata in unità base di ore uomo. Se il determinante del budget è l'ora, la manodopera deve essere espressa in tante ore uomo per ora di funzionamento dell'impianto. L'energia elettrica è misurata in kwh e deve quindi essere determinata la quantità di kwh per ora di funzionamento. Il gas è misurato in kNm (cubi) per tonnellata di prodotto ed è quindi necessario stabilirne la quantità di kNm (cubi) per ciascuna tonnellata di prodotto netto ottenuto.