controllo di gestione a costi standards

il manager nudo


55

Standard della manodopera

standard della manodopera

01 - Bisogna stabilire standard di manodopera che facciano riferimento a tutti i livelli di attività e a tutte le condizioni di esercizio previste, cioè per ciascun centro di costo, per ciascun posto di lavoro e per ciascuna voce di spesa.

02 - Il problema principale nella determinazione degli standard di manodopera è ovviamente sapere "quante ore uomo di lavoro sono richieste per svolgere una certa operazione in maniera appropriata ed efficiente".

03 - Un problema di tale genere è risolto attraverso studi tecnici, studi di movimenti e di tempi, studi di metodi e attraverso confronti con simili operazioni in altre unità produttive.

04 - La manodopera dell'Unità è assegnata ai centri di costo in base ai posti di lavoro. Ciascun posto di lavoro è codificato in funzione del tipo di lavoro svolto come per esempio lavoro produttivo, servizi, ecc..

05 - L'unita base di misura è l'ora uomo.

06 - Si stabilisce anche quale lavoro deve essere considerato fisso (non varia cioè in proprozione al volume di produzione) e quale invece deve essere considerato variabile. Di solito i posti di lavoro considerati fissi sono pochissimi. Il determinante usato per la misura delle spese fisse è il mese, perciò gli standard per il lavoro fisso sono espressi in termini di ore uomo per mese o numero di persone per mese (impiegati).

07 - Nella determinazione degli standard della manodopera talvolta i fattori dominanti sono dati dalla capacità e dall'efficienza dell'impianto mentre in altri casi i fattori dominanti sono appunto dati dall'efficienza della manodopera. Per esempio:
A. Quando il servizio della manodopera è strettamente connesso al funzionamento dell'impianto e la produzione dipende più dalle capacità produttive dell'impianto che dalla manodopera, il problema da risolvere nella determinazione dello standard della manodopera è dato dallo studio della quantità di operai richiesti per condurre l'impianto in maniera appropriata ed efficiente.
B. Quando invece il lavoro costituisce il servizio reso dal centro di costo (come per esempio nei centri di costo amministrativi dell'Unità) e la produzione quindi dipende dalla efficienza della manodopera che svolge il servizio. Il problema fondamentale è lo stabilire quale debba essere considerata una buona efficienza del lavoro.

08 - Il tipo di attività svolta nel centro di costo indica il tipo di standard da usarsi. Per esempio:
A. L'attività della manutenzione consiste nel fornire ore uomo di servizio per riparare e mantenere in buone condizioni di esercizio gli impianti, perciò una espressione appropriata di standard di manodopera per un centro di costo di questo tipo è l'ora uomo per ora di servizio svolto. La "quota standard di addebito" ai centro utilizzatori calcolata in questo modo comprende sia il costo della manodopera che solge direttamente il servizio, che tutte le altre spese accessorie.
B. Il lavoro variabile in centri di costo amministrativi dell'Unità che svolgono servizi quali il calcolo delle paghe o la distribuzione del materiale di magazzino, è misurabile in ore uomo di lavoro. In tal caso l'espressione standard della manodopera sarebbe data ad esempio da ore uomo per mese di funzionamento.
C. In un centro di costo produttivo la manodopera sarà misurata in termini di prodotto e quindi lo standard sarà espresso in ore uomo per ora di funzionamento dell'impianto oppure ore uomo per tonnellata di prodotto ottenuto.